“SALA OPERATORIA ASSISTENZA INFERMIERISTICA” di Luca Cozzolino (2015)

Copertina-FR-WEB

 

Gli autori:

Scritto da Luca Cozzolino con la collaborazione di Mauro Cattaneo e Fabio Albano, edito da Edizione Nuova Cultura (Roma), è in vendita il nuovo libro “Sala operatoria – Assistenza infermieristica”. Il tutto patrocinato dall’IPASVI GENOVA, dall’AISO e dalla SIL (Società italiana di linfologia).

Premessa:

Che la Sala Operatoria sia un sistema complesso è opinione ormai assodata. Essere Infermiere all’interno di un blocco operatorio richiede un mix di expertise, di concetti organizzativi e di conoscenze sulla materia risk-management, che rappresentano il patrimonio di Professionisti moderni e completi. Interpretare tutti questi ruoli significa avere, e riuscire a dimostrare e trasmettere, una grande passione per la propria professione.

Questo volume è altamente esaustivo, racchiude quanto di meglio e di più attuale si possa sperare di trovare in un saggio a così alto contenuto specifico. Lo possono leggere Infermieri e Medici con un’importante bagaglio esperienziale, certi di trovare spunti atti a perfezionare il proprio viaggio professionale. Lo possono comprendere giovani laureati che si approcciano ad una professione ed un ambiente così particolari come lo sono le sale operatorie. Il percorso del volume è assolutamente completo, evidente e semplice; lo si potrebbe definire un saggio dai contenuti lineari e assimilabili persino dai profani. Due sono le cose che maggiormente traspaiono in corso di lettura: la prima è la passione che l’autore possiede per la sua professione, passione che lo rende particolarmente incline a una notevole professionalità, la seconda è l’alto rispetto che ha per l’essere umano. In questo caso per le persone che “valicano” il confine tra l’essere soggetti attivi e il diventare soggetti passivi e inermi, come chiunque si trovi a dover affrontare un’esperienza come Paziente in sala operatoria.

Introduzione:

Un giorno qualunque, passato come tanti fra letti operatori, ferri chirurgici, elettromedicali e materiale per anestesia, i miei colleghi ed io ci siamo guardati negli occhi e ci siamo domandati se lavorare seguendo solo schemi preposti fosse l’effettiva mansione di un Dottore in scienze infermieristiche. Il lavoro di infermiere di sala operatoria è effettivamente molto tecnico, ma c’è grande differenza fra il compiere meccanicamente delle azioni e sapere nello specifico la precisa dinamica di ciò che si sta svolgendo e l’esatta utilità del proprio lavoro, la stessa che intercorre fra un mestiere ed una professione, ai più può sembrare che questa distinzione sia superflua ma non è così, poiché molti nostri colleghi in passato hanno lottato perché venissero riconosciute loro l’importanza e la serietà del proprio lavoro. Da questo ragionamento è nata l’idea di sviluppare questo lavoro che unisce le nostre conoscenze arricchite da una lunga ricerca biblio e sitografica. Non dimentichiamoci che il lavoro di Medici ed Infermieri pone al centro di tutto il Paziente, per il quale noi dobbiamo ogni giorno dare il massimo, perché su quel letto operatorio è nudo e vulnerabile e ripone tutta la sua fiducia in noi, che abbiamo il compito di assisterlo e soprattutto non farlo mai sentire solo nella sua battaglia contro la malattia.